mercoledì 23 giugno 2010

Ius primae noctis

mi aspetto che qualche azienda prima o dopo esca a dire:
"manteniamo i posti di lavoro a patto del rispetto, da parte dei dipendenti, dello ius primae noctis nei confronti della dirigenza".


sono certo che la maggioranza dei lavoratori dirà:
"ok, se è per continuare a lavorare allora lo accetto".

io invece la penso come Benjamin Franklin:
“Chi è pronto a dar via la propria libertà fondamentale per acquistare un po’ di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza.”



ps: non ce l'ho nello specifico con la situazione di pomigliano, non ho avuto modo di approfondire l'argomento come merita, non sto di certo con la fiat ma neppure con i sindacalisti e comunque non è questo il punto. il cuore della questione è che i ricatti ci vengono imposti in quanto non siamo abbastanza uomini da respingerli e questo vale per tutto, dal lavoro al tempo libero. non sopporto chi aprendo le braccia manda giù bocconi avvelenati adducendo la motivazione che anche se non vuole è costretto a farlo.

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.