mercoledì 26 maggio 2010

Libretti al portatore

dicono siano stati inventati per venire incontro alle esigenze del piccolo evasore perchè il grosso ha ben altri mezzi, nazioni addirittura.
la mia contrada ne ha però uno per la sua cappella.

ora la carne al fuoco della politica è tanta dunque occhi aperti perchè si è sentito dire che potrebbero essere toccati in questa manovra.
certo, sono soldi sicuri che lo stato ben conosce. cash che potrebbe rientrare fresco fresco e che nemmeno verrebbe considerato alla dicitura "tassa" bensì alla gloriosa voce "recupero dall'evasione".

ora siccome ci girerebbero pesantemente i cosìdetti nel caso ci venisse scippata parte della questua, stiamo valutando di portarci avanti perchè poi certe novità compaiono dalla sera alla mattina nel silenzio generale.

se avete suggerimenti li terrò in considerazione. grazie.

Etichette: ,

2 Commenti:

Alle 26 maggio 2010 21:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciao,sul resto del carlino di oggi c'è scritto "i libretti bancari e postali estinti entro il 30 giugno 2011". e nient'altro! qua,come dici te,regna il silenzio generale.
maurizio

 
Alle 26 maggio 2010 23:03 , Blogger IgTrader ha detto...

Tienici aggiornato sulle novità. Ciao!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.