giovedì 26 novembre 2009

Guai a dubai, panico in borsa

su dubai in questi anni ne ho sentito di belle, che poi sono soprattutto brutte....

fui molto colpito dalle immagini fornite da una tv francese, mostrò il trattamento disumano dedicato ai lavoratori stranieri soprattutto indiani e pakistani. privati dei documenti venivano rinchiusi in veri e propri lager, campi di lavoro, con tanto di filo spinato e guardie armate. ecco spiegata una parte del boom edilizio.

poi alla voce "illazione" da anni gira il "è un paradiso per riciclare denaro sporco"
come anche la correlata domanda "ma chi sono i proprietari del paese?"

sul disprezzo totale riservato all'ambiente e al territorio sorvoliamo perchè tanto per dirne una quella isoletta a forma di palma mi mette il vomito...

adesso viene fuori questa bomba di rischio insolvenza per la società controllata dal governo con un buchetto di 59miliardi di dollari... 'sti cazzi!!

vi dico proprio quello che penso?
ma sì dai, sono qui per questo ;-)
chi ha "investito" lì, in quel paese lì, in quel contesto lì se ora si trovasse con in mano un pò di sabbia del deserto al posto dei soldi... come potrebbe dispiacermi?

beh, in fondo il modo per incazzarmi verrà fuori perchè generalmente certi big sono specialisti per fa pagare le perdite alla gente e cuccarsi i profitti... però nell'attesa godiamoci il momento :-)

Etichette: ,

1 Commenti:

Alle 26 novembre 2009 21:28 , Blogger alefederico ha detto...

Pensi forse che i nodi vengano al pettine? Sono disposto a perderci qualcolsa purchè lo "smerdatutto" valga davvero per tutti.

Scusa la parolaccia.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.