mercoledì 6 maggio 2009

Quarto potere

è un argomento su cui vorrei scrivere libri... mi manca il tempo... e poi mi ci incazzo troppo...

ieri sera, tg1, si parla degli infami vigliacchi che girano con la lama ogni giorno e accoltellano chiunque in qualunque contesto (scuola, discoteca, strada, stadio, bar, fermata dell'autobus, stazione ecc.);

tiziana ferrario lancia il servizio con queste parole:
"bullismo a buon mercato perchè con la legge si rischia poco"

certo, brava, proprio così, uno ammazza a coltellate il prossimo perchè rischia poco con la legge... brava brava.... mica perchè ha la merda al posto del cervello... mica perchè è stato cresciuto da genitori idioti, insegnanti incapaci o soli, videogame e film che banalizzano la violenza, tv spazzatura... in estrema sintesi una società di merda. no no, il problema è che si rischia poco...

e poi certo, brava, proprio così sono bulli, è bullismo...
ok si parlava del fenomeno più prettamente nell'aspetto adolescenziale ma sono DELINQUENTI, che appartengono a vari strati sociali, a famiglie povere e famiglie bene... il bullismo, nel senso maccaronico e più vero del termine l'abbiamo vissuto tutti a scuola o al militare ed era rappresentato da piccoli scherzi, innoqui, magari un pò degradanti o umilianti ma al contempo leggeri. non si accoltella per bullismo! si accoltella perchè malati profondamente nella testa!

29 marzo, un morto accoltellato a ostiense dopo una rissa
4 aprile, c'è mancato un pelo di piangere un morto accoltellato a testaccio
15 aprile, assassinato a coltellate in via colombo (per un parcheggio)
24 aprile, ancora a ostiense accoltellato molto gravemente un ragazzo

così tanto per dire qualche accoltellato che mi ricordo io.... non si tratta semplicemente di semplici ragazzini, si tratta di una società che PURTROPPO va così! (a londra gli accoltellati sono una trentina ogni giorno, a roma le cifre sono più basse ma il fenomeno è comunque molto preoccupante).

e fino a quando i giornalisti faranno anzichè i cronisti che sarebbe il loro mestiere, le diagnosi, rassicuranti magari ma completamente sbagliate il degrado potrà solo che aumentare.
come se ad un tale con la gamba fracassata si dicesse "hai male perchè dormi poco"...

i problemi si affrontano nella loro cruda realtà!

altro che quarto potere, voi siete IL POTERE. LL

Etichette:

2 Commenti:

Alle 7 maggio 2009 06:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

questa tua riflessione apre la porta a molti altri spunti:
1 quali sono i valori della ns societa'?
2 cosa è lecito fare per realizzarsi?
3 esiste ancora la famiglia?
4 rispettiamo la vita? (hai citato degli assassini, ma nella nostra società le persono compiono scelte edonistiche per il proprio corpo, compiono scelte eugenetiche sui figli che avranno magari con persone dello stesso sesso.... il tutto in nome della libertà)
5 il denaro è un mezzo o un fine?

Credo ci sia molta solitudine e non esistano ideali per cui lavorare.
ciao

scusa lo sfogo

filippo

 
Alle 7 maggio 2009 12:53 , Blogger LL ha detto...

altro che sfogo, le tue domande retoriche sono giustissime!!!

io col post volevo soffermarmi anche sul ruolo dei giornalisti che fanno diagnosi e danno cure ma ribadisco, quello che sottointendi è argomento su cui chi gestisce questo baraccone dovrebbe soffermarsi con grande attenzione.

ma c'è un problema:
è più semplice governare un paese così o un paese con persone pensanti?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.