mercoledì 15 maggio 2013

Tentata estorsione o immensi coglioni?

Un paio di anni fa ho preso una multa ad Imperia dalla polizia municipale, 166euro.
Naturalmente l'ho pagata prima del termine tramite bollettino postale, era il settembre 2011.
L'altro giorno mi hanno scritto da Equitalia, vogliono per conto del comune di Imperia 412,76euro poichè a Lor Signori quella multa non risultava saldata.

Ho così perso qualche ora di lavoro e mi sono recato presso il comando di polizia municipale di Imperia con il preziosissimo bollettino postale.
Davanti a me c'era una signora, anche lei con il mio stesso problema e mentre ero lì è pure arrivata una telefonata con qualcuno che si lamentava di aver ricevuto una "letterina sgradita" quando la multa era stata pagata. La poliziotta molto candidamente rispondeva che non dipendeva da loro attribuendo la responsabilità a Poste Italiane rea a suo dire, "di non aver fatto pervenire le ricevute di accredito". La stessa poliziotta aggiungeva che sono MOLTISSIME le cartelle di Equitalia, praticamente arrivano a coloro che negli ultimi anni hanno pagato le multe tramite bollettino postale. (A riprova di ciò vi rimando al link di quanto da me scritto il giorno 8 febbraio 2012 ).

Curioso che Poste, Polizia e Comune di fatto alla fine siano riconducibili allo Stato Italiano.
Curioso che alla fine allo Stato Italiano QUESTE DISFUNZIONI CONVENGANO.

Secondo voi, visto che non si tratta di un semplice errore bensì di una "disfunzione costante" ci provano a estorcere denaro ad onesti cittadini tramite il braccio Equitalia oppure sono dei coglioni?
Immensi coglioni oserei rispettosamente dire visto che la disfunzione è cronica ormai da anni?

Etichette: , , , , , , ,

2 Commenti:

Alle 16 maggio 2013 14:12 , Anonymous sergio ha detto...

a mia madre anni fa è arrivata una multa per sosta vietata da Pompei ( mai stati a sud di Roma ).sono stato dai CC del mio paesello ( prov.BG ),in 2 secondi hanno appurato via pc che il proprietario attuale del veicolo ( da noi dato in permuta anni prima per una nuova auto )è di Castll.Stabia . non capisco ( o meglio,capisco troppo bene...)come mai anchew a Pompei non salti fuori l'inghippo ."ma come lavorano questi "..commento dei CC del mio paese."col C...ulo ",immediata la mia risposta ,ero verde.e loro zitti, troppa l'evidenza .la cosa si è poi risolta ( io però nel cassetto tengo tutto,non si sa mai) .

 
Alle 22 maggio 2013 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Luca
Sono coglioni ma anche dei gran pezzi di m...
Spero tutto bene!
Roby

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.