mercoledì 13 gennaio 2010

Sicurezza

si parla tanto di body scanner, ok, se le radiazioni siamo sicuri che non fanno male (cosa che però tanto sicura pare non sia) non vedrei problemi irrisolvibili alla sua applicazione però ecco, io non capisco (o peggio lo capisco) del perchè ci venga imposto di aver paura solo di determinate cose (es. appunto il terrorismo) quando queste stesse poi compiutamente ad un mero calcolo matematico così terribili non sono.
gli esempi in tal senso si sprecano, l'ultimo fresco fresco fu la maiala.

sotto silenzio invece sta passando la proposta della comunità europea con cui si vorrebbe innalzare il limite attualmente consentito delle aflatossine nella frutta secca ma anche mais, riso, fichi, oli vegetali grezzi e semi di cacao.
alla fine dovrà pronunciarsi anche il parlamento europeo (entro i prossimi tre mesi). gli onorevoli italiani per fortuna pare siano contrari ma attualmente sembrano in minoranza, del resto sai il business di poter avvelenare tranquillamente senza tante menate...

ma belin ma belin ma belin!
ma quali calcoli ci sono da fare se è certificato che queste cacchio di muffe sono riconosciute come fattori potenzialmente cancerogeni?!
con un punto di partenza così (fonte Dipartimento di Salute Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare dell'Istituto Superiore di Sanità – Reparto OGM e Micotossine) come puoi anche solo metterti lì a pensarci di portare a 10 microgrammi per chilo la dose massima contro gli attuali 4 microgrammi per chilo?!

più o meno le stesse scene già viste in ambito ogm con studi fatti sui topi austriaci al quanto allarmanti e di cui parlammo qui.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.