sabato 9 gennaio 2010

Fanno quello che vogliono, e si lamentano

'sti immigrati di merda vanno nella piana calabrese ad alloggiare in quei lussuosissimi e ben arieggiati capannoni industriali dismessi poi si lamentano?
così promiscui da volersi ammassare tutti insieme e pure porci: manco hanno il bagno, e si lamentano?

non paghi di questo sfregio alla nostra cultura, si fanno assoldare dai clan dell' ndrangheta e vanno a lavorare clandestinamente alla luce del sole nei cantieri o nei campi dei latifondisti per 20euro al giorno, e si lamentano?

'sti disperati!
ma non lo sanno che la schiavitù è stata ripristinata?
e non lo sanno che in molte poltrone calabresi siedono autorità filo mafiose?
i comuni commissariati, gli assessori arrestati non gli hanno insegnato niente a 'sti ignoranti?

secondo me manco li leggono i giornali 'sti analfabeti. e manco c'avranno il digitale terrestre. lo fanno per risparmiare, peggio, per boicottare la nostra economia! per pigrizia e per chiusura mentale! ah, se solo fossero aperti come noi...

si lamentano dicendo che sono sfruttati e che non ne possono più di fare i conti con uno stato nello stato?
fanno una obsoleta rimostranza, robe del secolo scorso e viene loro gentilmente regalato in omaggio un pò di piombo giusto per rinforzagli le gambe, ehm, le zampe, e si incazzano?

si incazzano e si mettono a sfasciare le cose?

ooooo ma dove siamo?!?!
dove vi credete di essere?!?!

qui sfasciare la roba è reato mica siamo in africa!!!!

dai spariamogli, manganelliamoli, ammazziamoli tutti, diamogli una lezione e facciamoli tornare a casa 'sti incivili che si credono di fare tutto quello che vogliono!!!!



belin ma...
belin mi viene in mente...
belin senza quegli schiavi chi le manda avanti le nostre masserie mafiose? e i nostri cantieri?
belin dopo questa prova di forza dell' ndrangheta da 20euro scenderanno a 15? le procure avranno capito che se vogliono oltre alle bombe la mafia può fare anche guerriglia (in)civile?
belin chi meglio può infiammare e monopolizzare la propaganda politica degli immigrati:
- cacciamoli in nome della sicurezza
- facciamoli entrari tutti in nome della solidarietà
- diamogli il diritto di voto e tutto si risolve




ps: che, a parte il finale, è un post "leggermente" sarcastico lo hai capito vero? no perchè altrimenti con 15euro a giornata un lavoro e un buon alloggio puoi trovarlo anche tu...

Etichette: , ,

6 Commenti:

Alle 9 gennaio 2010 19:25 , Blogger marshall ha detto...

Luca,
lo strano sarebbe stato se non fosse stato un pò sarcastico. Un pochino tanto, forse. Comunque, molto verosimile.
Complimenti per l'idea e...il tempo messo a disposizione per scriverlo...gratuitamente.
E complimenti, anche, perchè sei uno dei blogger più attivi.

 
Alle 10 gennaio 2010 13:23 , Blogger alefederico ha detto...

Ma, sai. La bomba di Reggio, poi questa guerra dei poveri. Era chiaro da subito cosa c'era in ballo. Eppure un ministro, anzi "il ministro", quello con più potere a disposizione, non trova di meglio che farfugliare contro l'immigrazione.
Non posso pensare sia ignoranza. E' malefede bella e buona. E' purtroppo uno dei segnali che mi aspettavo, figlio di un degrado morale altissimo. Non parlo dei politici, parlo della società. Che è peggio.
Le cose andranno molto peggio nei prossimi mesi.

 
Alle 10 gennaio 2010 13:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

G R A N D I O S O !!!!

GRAZIE PER QUELLO CHE FAI.

LO FARO' LEGGERE AD ALCUNI COLLEGHI.


MARONI DIMETTITI !!!!

 
Alle 11 gennaio 2010 19:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

in effetti ciò che non si può risolvere lo si demonizza, anche se si tratta di un dramma umano.
è più o meno simile a quello spettacolo infame della demolizione delle baracche dei disperati romeni: hanno fatto vedere tutto nei telegiornali, per "tutto" intendo le immagini che "ci fanno stare bene", con gli sporchi e cattivi che fuggono.
Peccato che nei servizi sia scappata qualche immagine con madri disperate, sporche e quindi cattive, con bimbi piccoli, sporchi e cattivi anche loro, in fuga dalle ruspe...questa mancanza di pietà mi fa schifo e terrore.
mi fa schifo perchè condanniamo il nazismo e poi esultiamo per aver estirparto "il cattivo" che poi è solo un povero diavolo disperato, e quando sei disperato, con la pancia vuota, straniero e puzzolente alla fine fai la cosa sbagliata ed ecco lì che meriti di morire
eppoi ci definiamo "cristiani" scordandoci dei fondamenti della chiesa cattolica: la "pieta e solidarietà", macheschifo.

 
Alle 11 gennaio 2010 20:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao vi segnalo questo link dove c'è un'intervista da non perdere.

www.ilfinanziario.blogspot.com

I miei Migliori Saluti

Luca

 
Alle 14 gennaio 2010 11:30 , Blogger LL ha detto...

maroni mi ha profondamente deluso, su tutta la linea. si sta dimostrando a mio avviso pessimo e quando fu nominato credevo avrebbe fatto bene.
fa propaganda, non politica. mi spiace. lo credevo diverso invece è come tutti gli altri.

grazie a marshall

condivido alefederico e la riprova la troviamo nelle dichiarazioni contro il presunto razzismo negli stadi. ridicolo. semmai il razzismo è che quell'odioso balotelli non possa nemmeno essere fischiato.

sull'anonimo, condivido in buona parte ma non tutto.
le baracche non ci devono essere in uno stato di diritto, in uno stato civile. le baracche danno "ospitalità" o a delinqueni oppure a sfruttati (il caso di rosarno).
dunque meglio che non ci siano.

ma su tutto il resto non dici belinate, anzi dici cose che trovo di buon senso.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.