lunedì 12 ottobre 2009

Chi vincerà?

spesso mi trovo d'accordo con le parole di tremonti (è già più raro che mi trovi d'accordo con le azioni che fa lo stesso tremonti...).

il ministro se la prende ancora una volta con gli istituti di credito, in questo caso perchè giudica il sistema bancario nazionale "asimmetrico e distante dal territorio".
non gli piace la concentrazione del 30% del mercato in due soli grandi istituti.
al contempo però apprezza lo sforzo delle piccole banche che stanno costruendo un forte rapporto finanziario con le industrie locali.

cioè, di fatto tremonti coglie l'occasione per bacchettare nuovamente quelle big banche che non hanno voluto i tremonti-bond, mentre plaude alle piccole che gli stessi bond spesso hanno sottoscritto.
inoltre mi pare che in modo strisciante ponga ancora il tema di una banca del mezzogiorno.

di getto mi domando se sia già finita l'epoca delle fusioni bancarie; le popolari, ossia le radicate nel territorio per eccelleza ad esempio sono destinate a restare così?
per anni non si è sempre sentito dire che il nostro sistema bancario era troppo frammentato? arretrato? il fatto che fosse legato al territorio pareva più un difetto che un pregio... potenze di una crisi. tremonti mi pare coerente, gli altri vedremo.

comunque a volte penso che per quando l'uomo & il politico berlusconi siano anni luce lontani da me, non solo invotabile ma proprio irritante la sola presenza e il verbo, in fondo in fondo penso la situazione sia più complessa di come appaia.
cioè, sembra si stia consumando una battaglia lontano dagli occhi dei media e della gente. una battaglia senza propositi popolari, una mera battaglia di potere insomma con da un lato berlusconi a centralizzare in se, dall'altro un sistema di potere abituato ad essere al centro dell'attenzione dei vari governi e che ovviamente non ci sta a farsi mettere da parte. non ci sta ad avere un padrone del paese col quale avere difficoltà a scendere a patti perchè "troppo forte". non credo si possano ignorare i vari livelli di scontro che questo governo sta combattendo, non mi riferisco alla magistratura, a debenedetti e all'opposizione penso genericamente a una certa industria e a una certa finanza.

Etichette: , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.