lunedì 9 marzo 2009

6 milioni di disoccupati in arrivo

la crisi deve ancora arrivare, lo dico da un pò e quanto uscito oggi in ambito ue con previsione di 6 milioni di disoccupati entro il 2010 dovrebbe aprire gli occhi.
ribadisco per i neofiti di finanza, la borsa anticipa tutto di diversi mesi!

oggi continua a lavorare gente che a breve perderà il posto e già oggi i consumi sono in calo pesante, ovvio e matematico che più aumenteranno i disoccupati e maggiore sarà il calo.
inoltre se tizio e caio sono stati licenziati il mese scorso o due mesi fa magari tra rinunce e sacrifici hanno la merda "semplicemente" al collo ma più il tempo passa e più la situazione di un "cassa-integrato" o di un "fallito" diventa difficile.

aggiungo che nel terzo mondo si continua a nascere a ritmi troppo elevati, se qui il lavoro diminuisce per noi diminuirà anche per loro dunque occhio anche a questo aspetto relativo agli immigrati (e relativi flussi) e conseguente gestione non solo qui da noi ma anche nei loro paesi d'origine.

mi rivolgo ai politici:
non fate i cazzoni! a tutto c'è un limite specialmente in questa fase!

infamate quale piscina e palestra per gli eurodeputati, un centro benessere da 2150 metriquadri di cui potete trovare maggiori dettagli sul link del corriere della sera, hanno il sapore delle trovate dei "nobili" nell'ottocento... tipo reggia di versailles...
occhio che il popolo non è tutto pacifico come lo sono io.
(nota bene: non è una minaccia (!), è un consiglio da appassionato di storia e sociologia; forse se lo seguite è meglio per tutti). LL

Etichette: ,

7 Commenti:

Alle 9 marzo 2009 15:23 , Blogger Enrico ha detto...

Effettivamente è ora che la gente faccia sentire ai signori che ci governano il proprio parere e la propria disapprovazione.
Forse è l'unico metodo per riavvicinarli ad una realtà da cui sono sempre troppo lontani

 
Alle 9 marzo 2009 18:15 , Blogger LL ha detto...

d'accordo sul merito ma attenzione al metodo.

casini tipo banlieu, recenti scontri in grecia, nostro g8 ecc. non servono ad un cazzo.
anzi, finiscono per fare dei danni alle cose (auto, negozi) di cittadini normali e a dargli argomenti per sviare l'attenzione o peggio per strumentalizzare chi protesta.

 
Alle 9 marzo 2009 22:32 , Blogger Zener1992 ha detto...

propongo la stessa cura riservata a Re Sole: il popolo lo de-testò talmente tanto che perse la testa.

 
Alle 10 marzo 2009 12:09 , Blogger LL ha detto...

battuta simpatica roby!


ps: comq usa questo simbolo
;-)
quando le fai perchè quello che vogliono secondo me è avere la possibilità di strumentalizzare a loro tornaconto tutto ciò che gli è contrario.

 
Alle 10 marzo 2009 12:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

ok

 
Alle 10 marzo 2009 21:11 , Blogger marshall ha detto...

Luca L.,
a riprova dell'opinione che di te stesso ti sei dato più sopra, questo è uno di quei post che ti nobilita e ti eleva alquanto. Io, su argomenti del genere, ci scriverei post romanzati, ovvero saggi, da pubblicare poi nel "mio" Giardino delle Esperidi. E non è detto che non lo faccia.

 
Alle 11 marzo 2009 12:39 , Blogger LL ha detto...

fallo marshall!! fallo se hai tempo!!!

in effetti pure io se potessi ci scriverei paginate di roba....

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.