giovedì 26 luglio 2012

Cercando l'onda...

Come più volte ripetuto negli ultimi tempi sono molto preoccupato sul futuro di diversi paesi dell'attuale Unione Europea, Italia inclusa.
Per come la vedo io la crisi economica è assolutamente reale e non dipendente dalle dinamiche finanziarie che ne sono un effetto, non una causa. La crisi sociale (disoccupazione e aumento della povertà) è, e sarà, la tematica clou del prossimo futuro. I conti di molti stati europei non vedo come possano migliorare visto che le entrate tributarie caleranno ancora e le uscite, leggasi ammortizzatori sociali e interessi sul debito non potranno diminuire; idem le spese gestionali dei baracconi scheletro dell'apparato burocratico-clientelare di fatto intoccabili.

In questo contesto ci sono stati e ci saranno dei tentativi da parte degli organismi finanziari e politici di tenere in piedi il sistema. Ad ora stanno facendo tante parole, fuffa; stanno cercando di spargere ottimismo e liquidità.
Controllano i centri di potere politico, controllano le banche centrali, controllano i media. (Si noti bene che i tre poteri sono strettamente collegati, senza l'uno non può esistere l'altro; ergo sono ragionevolmente uniti per aiutarsi vicendevolmente).

Detto ciò, essendo alle porte agosto, mese con volumi/scambi solitamente ridotti nelle borse e considerato come diversi titoli/indici abbiano a che fare con supporti tecnici (figure grafiche che storicamente hanno rappresentato un efficace punto da cui ripartire), per il breve termine non escludo un inversione di trend, o meglio dire un pò di rimbalzo tecnico che dia qualche tempo di pausa ai mercati.
E' una mia boutade, agosto per cominciare, poi si vedrà se si riuscisse a respirare fino a Natale. (Sfido a trovare nei miei articoli degli ultimi 24 mesi uno spunto ottimistico! Intendo sottolineare questa cosa perchè c'è gente che da anni dice che stiamo per ripartire e media, compra, investe e blablabla).

Porto un paio esempi grafici a sostegno del mia tesi agostana:
- se prendete il nostro ftse mib a 5anni noterete il minimo del 9 marzo 2009;
- se prendete intesa sanpaolo (perchè sono i bancari i titoli più "delicati" e rappresentativi degli ultimi periodi), noterete il minimo del 13 settembre 2011;
bene, abbiamo raggiunto quei livelli.

Aggiungiamoci che qualche occasione a questi prezzi c'è (esempio di questi giorni l'affaire Hera-Acegas), il che può rappresentare un pò di benzina per la speculazione, e il cocktail potrebbe essere interessante.

Detto ciò si raccomanda massima prudenza, il trend di fondo resta solidamente negativo sotto il punto di vista tecnico (grafico) e fondamentale (dati macro); con ciò io il mio pronostico per l'estate lo provo a fare.

Etichette: , , ,

2 Commenti:

Alle 22 agosto 2012 22:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

mago!
ci hai beccato (rally di agosto)
come al solito grande Luca
Roby

 
Alle 8 settembre 2012 14:34 , Blogger LL ha detto...

:-)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.