lunedì 6 giugno 2011

Come far carriera?


Quasi tutti i lavoratori dipendenti hanno l'ambizione di fare carriera nella loro vita, e questa è una ovvietà. Ma come muoversi per scalare posizioni?

Beh ragazzi... diciamo che dipende da un pò di cose... il curriculum ha la sua importanza poi ci sono anche altri fattori, cose da fare e da non fare ma in questo stati attenti, non è banale come potrebbe sembrare ad uno sguardo superficiale!

In generale in Italia, il paese che ha inventato la meritocrazia... siamo noti pure per essere molto creativi e garantisti quindi ad esempio avere condanne alle spalle non sempre è sto gran problema.

Vedi Spartaco Mortola, dirigente della Digos del capoluogo ligure nel luglio del 2001 cioè all’epoca del G8, è stato promosso ottenendo il grado di questore.
Non ha evidentemente pesato il fatto che lo stesso negli ultimi mesi, abbia subito due condanne in appello per i fatti legati ai disordini del G8:

- 3 anni e 8 mesi e cinque anni di interdizione dai pubblici uffici per l’irruzione alla scuola Diaz;
- 1 anno e 2 mesi per induzione alla falsa testimonianza dell’allora questore di Genova, Francesco Colucci.
(Avete presente quella vicenda? Sì quella famosa per le molotov portate non dai manifestanti... e per la macelleria messicana...)

Si attende su quei fatti l’esito della sentenza della corte di Cassazione, nel frattempo se volete provare a far carriera nella vostra azienda applicatevi con senso del dovere, siate creativi, determinati e ottimisti.
Il lavoro paga.

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.