domenica 4 gennaio 2009

I soldi fanno la guerra, le guerre fanno fare i soldi

domenica scorsa scrivevo quel post col petrolio a 36 dollari al barile.
venerdì ha chiuso intorno ai 46 $.
domani e nei prossimi giorni a quanto arriverà?

visto, "qualcuno" muore ma altri fanno affari per merito della guerra...
ci vuole tanto a verificare chi rifornisce hamas dei razzi? chi è il mandante della rottura della tregua? topo gigio forse?!

che poi la reazione di israele sia adeguata o spropositata non mi permetto di giudicarlo; io dico, e nessuno può metterlo in dubbio, che la tregua l'hanno rotta i razzi di hamas e mi domando chi rifornisce una striscia di territorio, alla fame, di armi.
sono l'unico al mondo a chiederselo?


ps: questo è un motivo, uno dei tanti, per inventarsi qualcosa per cui il petrolio a noi serva sempre meno e di conseguenza che lor signori, i quali oggi ce lo vendono, un domani siano costretti a berselo pur di farlo andare.... LL

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.