lunedì 7 ottobre 2013

A parole tutti liberisti, nei fatti retrogradi



Sconfortanti le vicende Telecom e Alitalia di queste settimane... propaganda becera, nazionalcomunismo quale "nuova" ricetta economico-sociale: balle spaziali divulgate da media ipocriti quanto servili. Tutti d'accordo; destra, sinistra, centro, opinionisti e sindacati. Tutti sulle barricate. Come un tempo che fu mentre il mondo è andato avanti.

La compagnia di bandiera non ci serve se non a fare in modo che papponi incapaci percepiscano stipendi d'oro e raccomandati godano di privilegi ingiustificabili.
Gli Stati Uniti d'America non hanno compagnia di bandiera e non mi pare se la passino tanto male....

Su Telecom per fortuna l'ingerenza statale è minore e sono certo la nostra libertà di comunicare, nonchè il potenziale sviluppo del settore delle telecomunicazioni non sia minimamente in discussione perchè arrivano gli spagnoli.

Signori, qui comanda il denaro, comanda il mercato chiacchere non ce ne sono. Non importa un fico secco se la proprietà sia Americana, Europea, Araba o Asiatica o anche fosse Marziana; importa fare business!
Se l'Italia sarà in grado di offrire la possibilità di lavorare, di fare impresa, chiunque sarà ben lieto di investire qui in modo da ricavarne maggiori entrate.

Viceversa se ne andranno altrove. Fatevene una ragione, è giusto così.

Etichette: , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.