giovedì 6 giugno 2013

2013: come risparmiare sull’assicurazione

Anche per il 2013 le assicurazioni online   sono quelle che applicano i prezzi migliori ma non sempre questo si riflette in un reale risparmio. Negli ultimi anni si è sentito palare sempre più spesso di liberalizzazioni nell’ambito dell’assicurazione rca, ma i provvedimenti messi in atto non hanno quasi mai portato concretamente ad un effettivo risparmio a beneficio degli assicurati. 
Va in oltre fatta una considerazione molto rilevante: risparmiare sulla polizza rca non deve essere inteso nel senso di pagare il premio più basso in assoluto, ma di acquistare la polizza che presenta il miglior rapporto qualità prezzo, ovvero che offre tutto ciò di cui si ha effettivamente bisogno, al costo più contenuto. Per cui non bisogna farsi conquistare dal desiderio di tagliare tutte le voci di costo che non sono obbligatorie o dalla scelta di opzioni che di fatto non rispondono alle esigenze di ogni assicurato, esponendosi al rischio di dover pagare delle notevoli somme in caso di sinistro.


A livello concreto, come ci si può orientare per trovare la polizza meno costosa? 
Per prima cosa bisognerebbe evitare le franchigie, che costringono l’assicurato di farsi carico di somme notevoli in caso di incidente, contro un risparmio di qualche decina di euro. Inoltre bisogna scegliere l’opzione della guida esclusiva solo se effettivamente si è l’unico guidatore. Un’alternativa utile è rappresentata dalla scelta dell’opzione del limite di età dei guidatori (generalmente 28 anni) in quanto si risparmia ma non si va incontro a un vincolo eccessivamente pesante e pericoloso da rispettare.

Se si ha la possibilità di non intestare la polizza a una donna si può risparmiare dal 5% al 20% circa, in quanto, dopo la pronunzia della Corte Ue che ha eliminato i vantaggi delle “polizze rosa”, le assicurazioni hanno capovolto la situazione, rincarando in modo particolare proprio i premi che pagano gli assicurati donna. Dato che fino a poco tempo fa molti per risparmiare mettevano le polizze a nome di mogli, madri, ecc, è meglio modificare la situazione, perché il mercato è cambiato.

 
Anche se con il pacchetto di liberalizzazioni le compagnie di assicurazione devono proporre o comunque rendere accessibili preventivi anche di altre compagnie più convenienti, di fatto questo non si traduce in un effettivo vantaggio per l’assicurato. La strada più sicura attraversa ancora quella dei comparatori di assicurazioni on line, ed eventualmente del “preventivatore” che si trova sul sito dell’Ivass. 
I vantaggi sono due: oltre a tenere sotto controllo il mercato, se si accettano le comunicazioni periodiche, si otterranno messaggi gratuiti con le migliori proposte del momento. Dato che a volte i comparatori hanno accordi con sconti particolari, è consigliato usarne almeno tre per trovare la proposta che meglio si avvicina alle proprie necessità. Non bisogna comunque avere fretta nel decidere, dato che con l’eliminazione del tacito rinnovo non bisogna più rispettare i tempi per la disdetta che non va più data, ci si può guardare intorno fino agli ultimi giorni.


Se si appartiene a una grande azienda o una particolare categoria bisogna guardare se ci sono in corso convenzioni, che sono recentemente aumentate proprio per cercare di trattenere la fuga degli assicurati che ormai possono spostarsi tranquillamente senza limiti. Anzi il rimanere “affezionati” alla propria assicurazione non è mai consigliato: quando è il momento di rinnovare la polizza bisogna cominciare a guardarsi intorno, e se il proprio rapporto con l’assicuratore è davvero molto buono, preventivo alla mano, si può chiedere un miglioramento delle condizioni praticate.


Fonte: Scribox

Etichette: , ,

1 Commenti:

Alle 13 giugno 2013 10:43 , Anonymous AndreA ha detto...

Grande Luca, torno sul tuo blog dopo 5 anni. Interessante questo contributo in materia RC..bravo!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.