lunedì 5 dicembre 2011

Non mi piace



In buona sostanza l'ennesima manovra che si sta delineando ci salva momentaneamente i conti pubblici lasciandoci gli stessi problemi di fondo e rendendoci immediatamente più poveri.

La vicenda Finmeccanica di questi giorni spiega in modo efficacissimo il perchè si cercano tante modalità per fare cassa fuorchè le dismissioni.

Restano gli sprechi, restano i privilegi tagliati in minimissima parte, restano salvaguardate le tante caste di questo paese.

Nessuno è credibile a livello politico, troppo comodo il teatrino della Lega Nord adesso come se fosse da sempre all'opposizione; ridicolo quello dei sindacati come se si potesse scioperare solo quando lo stato prende, quando regala-ava dove sono i sindacati? Prima o poi gli sperperi vengono al pettine forse i sindacalisti questo non lo hanno mai considerato...

Decenni di sprechi sistematici mai denunciati da chi di dovere perchè buoni a tornare sotto forma di consensi sono stati salvaguardati.

Nel piccolo come nel grande si è elargito denaro e potere più di quanto si potesse:
al lavoratore baby pensionato e al pensionato d'oro;
all'azienda privata sostenuta a botte di leggi speciali o incentivi;
all'azienda pubblica amministrata in modo clientelare;
alla cooperativa e all'ecclesia Vaticana salvaguardate fiscalmente;
agli ordini professionali blindati;
alle polizie tenute in piedi separate per favorire il proliferare dei dirigenti;
alle inutilissime commissioni, enti e organismi vari;
alle opere edili inutili;
alle guerre spacciate per missioni di pace e all'armamento;
a chi traffica intorno alla politica (giornale, locatario, partito, onorevole, ecc.).

Il governo Monti di fatto nulla tocca di queste zavorre (a parte quel taglietto alle province) già questo mi basta per essere molto deluso.
Inoltre sostiene una disparità di trattamento inaccettabile tra pubblico e privato e tra donna e uomo;
presenta di fatto una retroattività sul condono fiscale, a cui sono stato sempre contrarissimo ma non vedo con che faccia si possa tornare indietro a tassare;
aumenta il costo del trasporto privato dimendicandosi che non tutto il mondo per fortuna vive in città;
penalizza i conti correnti e da una bella mano alle banche;
infine trovo inaccetabile la punizione rivolta a chi ha lavorato fin da giovane, era meglio fare il cazzone evidentemente...

Etichette: , , , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.