sabato 30 gennaio 2010

La butto là


ieri giornata di rimbalzo per le borse europee ma credo che la chiusura di wall street lasci presagire ulteriori ribassi per la prossima settimana.

nel dettaglio uno storico del nostro ftse mib, mi sembra del tutto normale una reazione sulla media mobile a 200 sedute però i 21900 punti hanno retto dunque per me motivo ulteriore per ipotizzare nuovi cali.
se devo fare un pronostico da ignorante sinceramente io mi aspetto un prossimo arrivo in zona 21000-20500 punti.

Etichette: ,

1 Commenti:

Alle 30 gennaio 2010 21:04 , Blogger alefederico ha detto...

Qualcuno mi ha insegnato "corto sui deboli" ed io così me ne sto già da un pochino.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.