giovedì 21 gennaio 2010

Il (mio) segreto per non perdere in borsa

dax -3%
intesasanpaolo pari (s)
snam rete gas -2%
bulgari +8%
impregilo +11% (s)
luxottica +5%
acegas pari
mediobanca pari
buzzi unicem +10%
autogrill +20%

così ho chiuso le ultime 10 posizioni aperte e commentate su questo blog.
analizziamole un pò:

2 short (s)
8 long

5 chiuse in gain
3 chiuse in pari
2 chiuse in loss

perdita massima nella singola operazione -3%
guadagno massimo nella singola operazione +20%
rapporto +6,66

perdita media nelle operazioni perdenti -2,5%
guadagno medio nelle operazioni vincenti +10,8%
rapporto +4,32

questi dati dicono che:
la lettura del mercato è stata discreta ma niente di eccezionale, anzi sono entrato dalla parte giusta il 50% delle volte.
ottima però la disciplina che mi ha portato ad accettare 3 pareggi e soprattutto mi ha permesso di limitare le perdite e di non renderle mai devastanti.
ci vogliono oltre 6 perdite massime per mangiarmi il solo guadagno massimo.
ci vogliono oltre 4 perdite medie per mangiarmi il solo guadagno medio.

la chiave per guadagnare in borsa sta tutta lì.
non importa essere guru o maghi (che poi io ai maghi e ai guro non ci credo);
non importa se investi seguendo l'analisi tecnica, le teorie di gann, di elliot, i ritracciamenti di fibonacci, i rumors, le sensazioni, i fondamentali;
quello che è fondamentale è la gestione dei trade!

tagliare le perdite, accettando l'errore perchè sbagliare è umano, e fare correre i guadagni.
per realizzare ciò anche lì non è richiesta la magia, semplicemente basta scegliere le operazioni e quando si entra sapere dove si andrà a parare nella peggiore delle ipotesi; sulla migliore invece meglio non avere pregiudizi, un'idea di fondo ok ma vivere alla giornata insomma non è sbagliato.


ps: approfitto per evidenziare quanto trovate perennemente scritto in fondo alla pagina,
Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso.

Etichette: , ,

1 Commenti:

Alle 21 gennaio 2010 22:42 , Blogger marshall ha detto...

Io ho adottato un altro metodo che è al di fuori di tutti i crismi di leggi empiriche (quelle da te ricordate), e pare stia funzionando.
-Trovare una banca che faccia pagare minimi per transazione molto bassi (esempio: Fineco fa pagare euro 2,95 di minimo).
-Fare acquisti di piccolo importo (esempio: 200-300 euro max)
- Suddividere (supponiamo) i mille euro di spesa programmati su 4 o 5 titoli.
- Seguire sempre quelli (max 30-40 titoli)
- comprare i 4 o più negativi del giorno (conoscendo i titoli, ovviamente, e fregarsene del perchè siano scesi, a meno che non ci sia nell'aria il falli,ento della società).
- comprare, quindi, e metter li.
- il giorno dopo, se quel o quei titoli scendono ancora, fregarsene, come sopra, e ricomprarne (fino ad averne per un massimo dell'1 o 2 percento della propria consistenza patrimoniale), la parte residua programmata impiegarla in altri titoli della lista, tra quelli che perdono di più.
- infine, attendere che maturino. e vi garantisco che maturano. E' solo questione di tempo e pazienza.

p.s. è venuto troppo bello e interessante.; lo pubblicherò sul mio blog settimana ventura.
Ciao

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.