sabato 18 aprile 2009

Zaia: sì ai dazi in agricoltura

"se l'alternativa è chiudere centinaia o migliaia di aziende non ho dubbi: mi batterò per mantenere i dazi e salvare le aziende agricole"

concordo ovviamente.
però. però la cosa fondamentale è l'indicazione della provenienza, questo sarebbe il miglior modo di proteggere le nostre produzioni e la salute del consumatore.

per quanto concerne l'olio di oliva dal primo luglio sarà obbligatorio in etichetta l’indicazione del luogo di provenienza. zaia su questo si è battuto e ha ottenuto una cosa importante e molto apprezzabile.

però. però tramite unione europea viene data la possibilità di commerciare le miscele, con la semplice indicazione di provenienza, senza la composizione.
cioè, in etichetta troverete:
olio italiano & spagnolo
ma non troverete le percentuali.
cazzo, queste cose non vanno bene!!!

nel complesso questo zaia è uno che non mi dispiace però il suo potere è troppo limitato, per non dire aggirato, dalle leggi europee.

ps: inoltre sugli ogm sempre zaia ha riconosciuto:
"non è vero che dove si coltivano le varietà geneticamente modificate gli agricoltori guadagnino di più".
e meno male che anche tra gli incravattati qualcuno ha il coraggio di dire che gli ogm sono una cagata sotto tutti i punti di vista compreso quello economico! LL

Etichette: , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.