giovedì 13 novembre 2008

Supportoni raggiunti

indici americani, qui vediamo lo s&p500, che con i recenti tonfi hanno raggiunto i minimi fatti registrare in ottobre dunque o si tirano su ora oppure altri guai grossi sono in vista.

vi è da dire come l'europa stia facendo meglio in quanto i minimi dello scorso mese sono ancora lontanucci. siamo meno deboli noi e la cosa non spiace affatto ma la consolazione è magrissima. il motivo essenzialmente lo individuerei nelle variazioni euro/dollaro, grafico a candele settimanali qui sotto


che hanno raggiunto quota 1,25, anche questo è un bel supportone!

in questi giorni abbiamo visto in modo più che mai evidente come le borse europee siano fortissimamente condizionate dall'andamento di wally; i nostri indici possono arrivare anche a +2% e chiudere a -2% perdendo un 4% secco in due tre ore se l'america è in rosso. verrebbe da pensare che se il dollaro si rafforza le nostre esportazioni ne beneficiano e a cascata anche le borse dovrebbero trarne giovamento tuttavia paradossalmente siamo troppo deboli per fare ciò. forse andrebbe meglio se a giovarsi del cambio fossero le aziende americane? boh.. però a sincronismo tecnico un pò di recupero potrebbe starci... LL

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.