venerdì 6 giugno 2008

La sola strada da battere

è passato un emendamento col quale, se confermato, verrà considerato soggetto pericoloso per la sicurezza e moralità anche chi vive del provento della propria prostituzione e venga colto nel palese esercizio di detta attività.
ergo considero ciò un espediente astuto in quanto porterebbe all'espulsione delle lucciole e quindi paradossalmente alla loro salvezza. sarebbero rispedite a casa perciò liberate da quei maledetti sfruttatori a cui verrebbe inferto un bel doppio danno economico:
sia perchè le ragazze smetterebbero di portagli reddito;
sia perchè le ragazze schiave vengono comprate, pagate perciò sarebbe un gran bel modo per togliere a questi infami il capitale, il patrimonio.

ovviamente pisanu, tra gli altri, la pensa diversamente da me. perfetta coerenza come sempre. LL

3 Commenti:

Alle 6 giugno 2008 20:12 , Anonymous Frank77 ha detto...

Personalmente non sono d'accordo;invece di arrestare gli sfruttatori,si puniscono le prostitute.
sarebbe molto meglio prevedere delle agevolazioni per le prostitute che denunciano gli sfruttatori come si fa con la criminalità organizzata.

 
Alle 7 giugno 2008 12:28 , Blogger LL ha detto...

ribadisco frank, il danno agli sfruttatori sarebbe enorme e le ragazze rispedite a casa sarebbero finalmente libere. (certo sarebbe sbagliato fare loro trascorrere giorni in carcere).

comq ogni tanto possiamo anche pensarla diversamente però in te mi preoccuperei visto che la pensi come pisanu.... ;-)

 
Alle 7 giugno 2008 14:05 , Blogger LL ha detto...

ah, ciò che troverei insopportabile è la creazione di quartieri a luci rosse o comq una legalizzazione con tanto di ricevuta fiscale della prostituzione.

se la repubblica italiana è fondata sulla famiglia non è ammissibile fare una porcata del genere.
se le donne non sono considerate degli oggetti da parte dello stato non è ammissibile fare una porcata del genere.
se lo stato vuole educare i giovani non è ammissibile fare una porcata del genere.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.