martedì 29 gennaio 2008

Chi più opportunista?

berlusconi che sapendo di vincere a mani basse chiede elezioni subito
o
veltroni che sapendo di straperdere con pesanti ripercussioni sul neonato pd vuole rimandarle di un anno?


è una gran bella lotta, tutto sommato voto veltroni perchè se voleva la sacra alleanza poteva chiederla due anni fa quando berlusca la propose e perchè gli argomenti principali tirati in ballo adesso (dimezzamento dei parlamentari, nuovi regolamenti alle camere) sanno un "tantino" di leccaculo verso il popolo visto che veltroni non è certo un uomo nuovo... cioè poteva tirarle fuori prima ste cosucce o no?

dell'ipotesi di una legge elettorale da costruire su misura contro i partitini poi sono ulteriormente schifato. ma dico, ammettiamo alle ultime politiche avessimo votato con sbarramento al 5% oggi dipinta come la panacea di tutti i mali, mastella che avrebbe fatto? da solo non sarebbe andato di certo, avrebbe chiesto ospitalità alla margherita che ben lieta gliel'avrebbe data visto che clemente e i suoi sono molto forti in alcune regioni del sud. dunque mastella sarebbe stato eletto, avrebbe chiesto e ottenuto una carica, e soprattutto poteva ugualmente andarsene quando gli sarebbe piaciuto a prescindere dal fatto che alle spalle avesse un partitino suo o un partitone di altri. i suoi amici fidati avrebbero potuto seguirlo, magari si sarebbero divisi come hanno fatto stavolta. e il governo sarebbe caduto ugualmente.
insomma, non è un problema di partiti, quando un onorevole è chiamato ad esprimersi lo fa, e lo deve fare, secondo coscienza, mica secondo quello che ordina il partito! è semmai un problema di progetto chiaro e comune; e un ulteriore problema legato a quanto vale la parola data. oppure se volete un sistema in cui uno decide e gli altri fanno le comparse smettetela di dire che siete per la democrazia, quella è l'esatto contrario. LL

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.