giovedì 28 maggio 2009

Che orrore!

la finale di champions vista per pochi minuti mi ha messo una certa tristezza.

la consapevolezza che in campo c'erano due multinazionali, l'una con 900mln di euro di debito, l'altra con circa 450mln di euro di debito; entrambe si occupano "anche", oserei dire in modo sempre più marginale, di calcio. sì perchè vendono prodotti di ogni genere, non solo abbigliamento/marcheting ma anche alimentari e prodotti finanziari vari.

vedere quei "manichini" assiepare lo stadio dalla peggiore visibilità del campo in cui sia mai entrato, quasi muti se non per tre cori in croce ripetuti qualche volta, con zero colore, zero bandiere, due coreografie preconfezionate esibite giusto per trenta secondi, una compostezza degna di un teatro.

vedere quello show, quei balletti, quello spettacolo nel prepartita (il dopo non ce l'ho fatta a vederlo) che ricorda/scopiazza la cerimonia di apertura delle olimpiadi.

pensare che presto a gestire l'animazione avremo le ragazze pon-pon a bordo campo durante la partita, pardon l'evento, e in campo nell'intervallo insieme a qualche cantante stile finale nfl di football americano.

mi è sembrato tutto finto, tutto così devoto al dio business, il calcio mi è sembrato quasi il contorno. il contorno allo spettacolo. semplicemente un mezzo per racimolare soldi in un contesto omologato dove non c'è spazio per l'emozione.

tutto ciò mi intristisce.
perchè l'uomo non sa più cos'è il piacere, cos'è il godere, cos'è il divertirsi, cos'è l'emozionarsi.
l'uomo è semplicemente un ingordo che divora tutto senza assaporare nulla.

quasi spero il doria mai disputi in futuro partite del genere...
garrone investi qualche euro in più nella sicurezza delle tue raffinerie, sarebbe insopportabile la holding da un lato piangesse tre morti sul lavoro per 1000euro al mese e dall'altro partecipasse a mostruosità del genere. LL

Etichette:

1 Commenti:

Alle 30 maggio 2009 21:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' vero!
Questo spettacolo non è calcio, questo calcio è in mano alle multinazionali.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.