mercoledì 1 aprile 2009

Crisi: la fase 3 sta arrivando

quanto si sta verificando oggi a londra apparterrebbe alla comoda e rassicurante dicitura
"manifestazioni condite da atti di ordinario teppismo"
se non fosse che...
qui (clicca per vedere), tempo fa, dopo aver fatto un quadro generale dei comportamenti delle masse avevamo percepito qualcosa e dunque coerentemente possiamo valutare quanto sta avvenendo nella city, come la naturale prosecuzione di un percorso iniziato con la crisi finanziaria prima, ed economica poi. per questo io non la sottovaluto.

i fatti occorsi anche ieri in francia (sequestro di ricchi manager) ricordano moti rivoluzionari antichi, ovviamente non nella forma visto che tutto si è svolto in modo pacifico ma nell'ideologia di lotta popolare sì.
solo pochi anni fa chi avrebbe ipotizzato azioni del genere?
e chi avrebbe ipotizzato una tale delicatezza da parte delle autorità nei confronti degli insorti?
qui addirittura sarcozy li andrà ad incontrare... non so se mi spiego... sta tornando il potere operaio?

quando la gente ha perso tutto è disposta a tutto (e questo è un fatto storico) ma se la fame è solo agli inizi, come la logica farebbe supporre e come emerso da questo ragionamento qui (clicca per vedere, cosa accadrà nel prossimo futuro? LL

Etichette: ,

4 Commenti:

Alle 1 aprile 2009 19:26 , Anonymous Melania ha detto...

Il potere gli operai non l'hanno mai avuto. Potresti andare fino in fondo e raccontare la tua previsione.Per me sono episodi che rientrano nell'assoluta normalità.Tuttavia,sarei pronta a ricredermi se ce li anicipassi e la realtà lo dimostrasse. Fobie da fine millennio,ma di quello dell'anno 1000.Esplode un vulcano e si dà la colpa ai peccati del mondo.Il vulcano torna a quiescenza,e le parole dei catastrofisti vengono dimenticate.I catastrofisti si nascondono.

 
Alle 2 aprile 2009 20:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sarcozy incontrerà qulli che hanno perso il lavoro,mentre qua i politici vanno in carcere ad incontrare gli stupratori.All'estero si incazzano contro i banchieri e company,qua tutti a guardare il g.fratello ecc.ma che 'sto paese andasse una volta tanto in default e che lo si abbandonasse al suo destino.Ho appena finito di leggere un libro "il paese del pressapoco"di Raffaele Simone.ed.Garzanti.Bellissimo.

 
Alle 3 aprile 2009 19:47 , Blogger LL ha detto...

non ho fobie. e non credo a scenari apocalittici, che del resto mai ho prefigurato. ho semplicemente parlato di crisi sociale come terza fase di questa crisi. punto.

inoltre sono appassionato di storia e sociologia.

la storia fin qui si è sempre ripetuta (seppur con alcune modifiche fisiologiche ovviamente);
la sociologia è la scienza che studia le strutture sociali, le norme ed i processi che uniscono (e separano) le persone non solo come individui ma come componenti di associazioni, gruppi ed istituzioni.

storia e sociologia di norma vanno a braccetto visto che la massa, inteso il popolo, fa la storia.

comq ne parlerò certamente nei prossimi giorni.

 
Alle 3 aprile 2009 19:52 , Blogger LL ha detto...

x anonimo.

si incazzano anche qua stai sicuro, solo che non si dice...

il gf purtroppo esiste in tutta europa...
solo che qua più che altrove programmi del genere servono anche per depistare dai problemi veri. e ci riescono..

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.