venerdì 12 dicembre 2008

Borse mondiali alle prese col mal d'auto


torniamo a guardare due grafici e prendiamo lo s&p-500, l'indice più importante al mondo, nelle due versioni: sopra a candele di formazione giornaliera e sotto a candele di formazione settimanale.

nel primo ho disegnato una flag, figura evidentemente ribassista in questo caso visto che indica di norma prosecuzione del trend in corso.
si può osservare il binario tracciato dalle due medie mobili che storicamente prendo in esame, quella a 25p. e quella a 50p.. ovvio che l'uscita da questa stradina porterà un'accelerazione.

diciamo che oggi i futures indicano un'apertura pesantemente negativa ed in generale il sentiment degli operatori, dopo quanto avvenuto ieri al senato americano col "no" agli aiuti al settore auto, induce a pensare ad una seduta di lacrime e sangue.
e diciamo pure come venerdì scorso anche ci trovavamo in una situazione teoricamente disperata, all'indomani del tragico dato sui posti di lavoro persi ma che nelle ultime ore, a europa chiusa, si verificò un recupero miracoloso.

passiamo dunque al secondo grafico dal quale emerge un supportone a quota 800 punti da non perdere tassativamente in close. ricordo che la chiusura minima a 6 anni è stata registrata il 17/11/08 a 800,03 punti. precedente chiusura settimanale minima a 800,58 punti il 30/09/02.

tutto questo per concludere che?
* che se oggi le contrattazioni chiuderanno appena sopra gli 800 punti in prospettiva futura male non staremmo nonostante il tonfo sarebbe da urlo ed avrebbe un eco da tragico week-end di paura in attesa delle aperture dei mercati lunedì.
*chiaro se avvenisse un ulteriore recupero finale della serie "clamoroso a wall street", sarebbe anche meglio.
*quello che sta in mezzo ai due estremi non modificherebbe di una virgola la situazione.
* scenario apocalittico perdere in close gli 800 punti.

però insomma, in questo momento non sarei così catastrofico come la situazione mediaticamente messa in risalto potrebbe far pensare.
riuassumendo infatti dal punto di vista statistico abbiamo:
due ipotesi favorevoli, una neutra e una molto negativa.

inoltre mi aspetterei una contro-proposta da quella parte politica (repubblicana) che col no di ieri sta facendo tremare i polsi alle tre sorelle gm, ford e chrysler ed a cascata a tutto il resto del sistema produttivo. LL

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.