mercoledì 26 dicembre 2007

Grazia? no, grazie!

premessa:
a mio avviso chi sbaglia, e ad aver stabilito ciò sia stato un regolare processo, deve pagare sempre fino all'ultimo giorno. senza sconti.

detto questo la logica conseguenza del mio modo di ragionare è che tantopiù deve necessariamente pagare chi è reo di un reato tanto odioso quanto il concorso esterno in associazione mafiosa. quando poi per tale reato sia stato condannato a 10 anni di carcere un alto funzionario del sisde beh... è gravissimissimo!!! cosa aggiungere ancora?

inoltre sarà che sono tardo io però mi si deve spiegare perchè il carcere sia inopportuno quando una persona non sta tanto bene di salute. ebbeh? nel carcere non c'è cibo? manca l'acqua? manca il riscaldamento? non si può prendere medicine? mi pare ovvio che la galera non possa essere nè gardaland nè l'hotel royal ed è per questo che finisce in carcere chi sbaglia, per punirlo, mica così tanto per gioco. eventualmente comunque mi risulta che se uno proprio sta troppo male può finire agli arresti domiciliari, insomma non vedo sta necessità della grazia al signor contrada... vi dirò, neanche sentivo la necessità di un indulto esteso addirittura a chi è reo del voto di scambio mafioso...

possibile che solo io e la signora rita borsellino la pensiamo così? forse su di noi il Natale non fà effetto... LL

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.