mercoledì 8 agosto 2007

Mica è vero che sta cambiando il clima

infatti per la prima volta nella storia in queste terre dove mai e poi mai avevamo avuto il problema della mosca delle olive siamo stati costretti a dover eseguire il trattamento con il prodotto apposito (dimetoato 38).

lavoro in più. fatica in più. spesa in più. veleno in più.

tutto perchè la "dacus oleae" supera ormai senza problemi gli inverni e già ora le infestazioni sono pesanti. più avanti spero di poter fare almeno i trattamenti considerati biologici anche se niente è paragonabile al fantastico lavoro svolto dal vecchio generale inverno oggi in pensione.

ps: come faccio a dire ai clienti vi aumento il prezzo perchè non posso più vendervi dell'olio biologico in assenza dell'inverno? LL

5 Commenti:

Alle 9 agosto 2007 13:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Compra uno spruzzatore di neve artificiale. Anzi togli gli ulivi e metti alberi di papaya.
Per il mondo che conta "tutto va bene" e nella loro saggezza, sebbene lo considerino inutile e costoso, prevedono di abbattere i gas serra di almeno il 2% nel 2050.
Sorridi.
by Mat

 
Alle 9 agosto 2007 14:57 , Anonymous Settimaluna ha detto...

Perchè non ci dici quanto costa a litro questo prodotto e quanti litri occorrano per ettaro?Potresti essere ancora più preciso e spiegarci quanto tempo occorra per trattare un ettaro,visto che non sai nulla di quell'insetto.Insomma,spiegaci, con dati alla mano, quanto costa per ettaro questo insetto.Magari,è sensibile più ai cambiamenti repentini di temperatura ed alle elevate temperature,più che agli inverni rigidi...Certo,il bolg è tuo e puoi scrivere tutte le corbellerie che credi opportuno,ma resta sempre la responsabilità dell'onestà intellettuale.Considera questo.Io immagino che non occoraano più di trenta euro ad ettaro.Considerate le somme che prendi dallo Stato (da te tanto detestato e contestato), mi pare proprio una cifra irrisoria,che non giustificherebbe nessun aumento di prezzo e, meno che mai, una lamentela,a meno che tu non decida di deporre il cervello e lamentarti,che è sempre piacevole...

 
Alle 9 agosto 2007 15:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Settimaluna cogli l'ironia, il nostro ospite lamenta che non avrà disponibile olio biologico (sensibilità all'ambiente e ai consumatori) a fronte di un aumento dei costi (già di per se la coltura biologica comporta prezzi più alti perchè la resa è minore dei prodotti trattati).

Questo è il paradosso che voleva raccontarci il nostro amico.

Sorridi Settimaluna sei troppo severa e seriosa.


by Mat

 
Alle 9 agosto 2007 15:28 , Anonymous Settimaluna ha detto...

Guarda che mica mi riferivo all'ospite?!Mi riferivo all'autore del post,che per neulla ha detto di praticare l'agricoltura biologica.Prescindendo dal fatto che chi dice di praticarla non lo fa,ed i sotterfugi sono tanti,lui ha lamentato solo il fatto di dover usare un veleno in più,che costa di più.Credimi,i costi dei veleni sono proprio irrisori.Quindi,avrebbe fatto meglio a tacere,piuttosto che cospargere la Rete di corbellerie e di falsità.

 
Alle 10 agosto 2007 13:29 , Anonymous LL ha detto...

grazie mat.

credo d'aver capito che comuq settimaluna sarà ben felice di venire a fare i trattamenti alle olive al posto mio, oltre a quello che dice mat infatti devo dare del veleno e facendolo avveleno me stesso e l'ambiente intorno a me.
che prezzo ha questo??

ok, non vogliamo contare le ore di lavoro in più, bene.
non vogliamo contare la spesa per il prodotto, l'utilizzo di tute e maschere e l'utilizzo del trattore, bene.

ma almeno la salute.... del resto noi agricoltori siamo tutti mega-super-iper milionari come ben sà la simpaticissima educatissima ed eminentissima settimaluna, dunque vorrei vivere ben oltre i 100 anni in modo da godermi gli immensi tesori accumulati (tra l'altro senza fatica).

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.