venerdì 3 luglio 2009

Hai voglia a essere ottimisti...

il dato americano di ieri sui disoccupati, 467 nuovi disoccuopati in giugno ci dice che l'economia americana, e quindi mondiale, sta ancora molto male. e non credo obama incolpi per questi dati i discorsi pessimisti degli economisti o i media che questi stessi pensieri riportano...

a luglio in usa ci sarà mezzo milione in più di persone che dovranno ridurre notevolmente i consumi. ci sono i magazzini da svuotare, ci sono ancora troppe aziende che chiudono. la spirale è negativa e si avvita su se stessa:

+ disoccopati = - consumi

- consumi = + aziende in crisi

+ aziende in crisi = + disoccupati

e il giro ricomincia.

certo servirebbe ottimismo...
ma uno senza soldi può avere tutto l'ottimismo che vuole che tanto non comprerà.
e poi, scusate un attimo, ma comprare cosa???

sti giorni ho cercato un costume per me, d'accordo prezzi bassissimi ma trovarne uno che sia uno non proveniente dalla cina non sono stato capace! (e allora mi tengo quelli vecchi tantopiù che poi ho pensato, belin "tizio e caio" vorrebbero che comprassi? toh, motivo in più per non comprare!).

a volte mi domando cosa produciamo... in occidente dico. rispondo servizi. poi d'altro non saprei.
l'industria cosa produce?
prendiamo il listino di piazza affari... da noi vedo un pò di armi, oggetti di lusso ed energia. altrove in più c'è la chimica, tecnologia e un pò di auto.
poi c'è l'agroalimentare che vede l'imprenditore agricolo sempre incazzato e senza soldi (sti giorni tanto per dire anche se nessuno lo riporta in europa c'è un blocco in atto da parte dei produttori di latte).

e allora drogare il mercato inducendo in ogni modo il consumatore a spendere facendo leva sugli incentivi per tanti oggetti e imbottendolo di soldi a tassi bassi serve a poco.

perchè i soldi finiscono:
in parte a operai sfruttati nei paesi del secondo/terzo mondo che i nostri prodotti non li possono acquistare,
e in parte su monitor di pezzi di merda in paradisi fiscali,
in circolo ce ne ritornano troppo pochi.

hai voglia a tappare la bocca al mondo intero...
che qui comunque stiamo bene, mangiamo. nel terzo/quarto mondo manco quello. vuoi per gli stravolgimenti climatici, vuoi soprattutto per il nostro modo sanguisuga di sfruttarli, vuoi per le armi che gli vendiamo... poi scappano e vengono qua... hai voglia arrestarli tutti.. oh, poi intendiamoci, sono contro la società multirazziale, fosse per me noi basteremmo a noi stessi...
e invece no. se sono un criminale della peggior specie tipo gheddafi o putin o erdogan braccia aperte in cambio di affari che faranno i pezzi grossi. se sono nella merda, per colpa dell'occidente, calci in culo.
che mondo del cazzo... altrochè essere ottimisti...


ps: la borsa è strana, esula un pò dal mondo reale dunque quanto sopra non è necessariamente da associarsi ai mercati azionari.

Etichette:

4 Commenti:

Alle 3 luglio 2009 20:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

SEI UN GRANDE!

ORA TI LEGGO ANCHE COL FEEDBURNER

 
Alle 4 luglio 2009 13:03 , Blogger LL ha detto...

pensa che io sto feed manco so come funziona...

comq grazie! ;-)

 
Alle 5 luglio 2009 22:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

E sei per la sanatoria o no?

Immagino di no, dico bene?

 
Alle 6 luglio 2009 10:31 , Blogger LL ha detto...

dici benissimo!

o si è sempre per i condoni o mai.
non si può essere contro quello edilizio e a favore di quello sui clandestini, poi contro a quello sul rientro dei capitali esteri sporchi e a favore di quello per chi ha commesso reati.

inoltre se si è contro la società multirazziale lo si è sempre, mica solo quando fa comodo!

non si può creare una società basata solo sull'aspetto economico, a me non basta che chi viene da fuori metta in circolo dei soldi. questi sono contratti economici che possono fare giusto le aziende ma non le persone.
una società la si fa con la condivisione dei valori morali non per opportunismo economico! questa è una devianza.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.