giovedì 18 giugno 2009

"Razionalizzare la produzione"

la comunicazione è il potere oggi più importante perchè permette di controllare i cervelli, lo sanno bene anche in iran...

così da noi, che non siamo neanche lontani parenti degli iraniani, di fronte a giochi di potere che portano a licenziamenti parliamo di razionalizzazione della produzione e tutti siamo più tranquilli e sicuri.
se poi qualcuno si permetterà di dissentire, e naturalmente penso ai cobas, allora verranno dipinti come violenti, sovversivi e via discorrendo un pò come del resto fa la comunicazione di ahmadinejad...

ma i punti di incontro tra la nostra realtà e quella persiana non finiscono lì, lo spunto lo offre
steve di fuorimercato che vorrebbe sapere i nomi delle aziende italiane con affari in quel paese.
come posso esimermi dal fare il nome di fiat?

la società del lingotto stando a quanto si legge in internet, sarebbe in affari dal lontano 1957... e se veniamo al recente troviamo grazie a google questa notizia (che è un comunicato della stessa fiat auto):

mercoledì, 26 gennaio 2005 - 16:12
"Fiat Auto Spa e la società iraniana PIDF (Pars Industrial Development Foundation) Co. hanno annunciato oggi un accordo di cooperazione per la produzione e la commercializzazione di vetture Fiat in Iran.
Herbert Demel, CEO della Fiat Auto, e Manouchehr Gharavi, presidente della PIDF, hanno firmato un accordo che prevede la produzione nello stabilimento PIDF in Iran, di Fiat Palio, Siena, Palio Weekend Adventure, Strada pick-up e di una versione MPV.
Inoltre, è prevista la produzione dei veicoli dalla doppia alimentazione a metano e benzina, Fiat Multipla e Doblò.
L’avvio della produzione è previsto per la seconda metà del 2005, con inizialmente volumi superiori alle 100 mila unità che saliranno fino a 250 mila quando sarà raggiunta la piena capacità produttiva. Complessivamente gli investimenti da parte della PIDF ammonteranno a circa 200 milioni di euro".
LL

Etichette: ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.