sabato 20 ottobre 2007

Questo blog (come del resto molti altri) ha i giorni contati

il governo ha approvato in un consiglio dei ministri con voto unanime una legge per la quale la stragrande maggioranza dei blog e siti non professionali sono destinati a chiudere. c'è ancora da sperare nell'iter parlamentare poi ciao a tutti...

gli sta dedicando spazio beppe grillo e ovviamente anche il forum USF da cui estraggo:

"La legge Levi-Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro.
I blog nascono ogni secondo, chiunque può aprirne uno senza problemi e scrivere i suoi pensieri, pubblicare foto e video.
L’iter proposto da Levi limita, di fatto, l’accesso alla Rete.
Quale ragazzo si sottoporrebbe a questo iter per creare un blog?
La legge Levi-Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.
Il 99% chiuderebbe.
Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi-Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura.
Il disegno di legge Levi-Prodi deve essere approvato dal Parlamento. Prodi e Levi si riparano dietro a Parlamento e Autorità per le Comunicazioni, ma sono loro, e i ministri presenti al Consiglio dei ministri, i responsabili.
Se passa la legge sarà la fine della Rete in Italia."



ps:
inoltre tanto per restare in tema di regime democratico.... apprendo un messaggio interessante.... leggetelo e rabbrividite di fronte al caso.... fonte boys parma ma non si parla di tifo bensì di casualità che collegata a quanto sopra.... :

Il 19 settembre abbiamo pubblicato sul nostro sito l'articolo "Giovanna Melandri, a nudo". Il giorno dopo Boysparma1977.it è stato penalizzato da Google (il motore di ricerca più utilizzato al mondo), dov'era piazzato ai primissimi posti per una moltitudine di ricerche (riguardanti i tanti temi sviluppati sul sito).
Senza addentrarci in spiegazioni tecniche difficilmente comprensibili a chi non mastica informatica, facciamo presente che un articolo facilmente rintracciato da Google avrà moltissimi più lettori (quando tratta di temi d'interesse non solo locale) di uno non facilmente reperibile. In pratica: una difficile rintracciabilità su Google ne limita, ENORMEMENTE, la diffusione.Un esempio pratico: il nostro articolo AVREBBE POTUTO (per contenuti e codice) essere facilmente rintracciato da tutti coloro che, su Google, avessero digitato il cognome del ministro ("Melandri"). Invece: la nostra pagina è quasi IMPOSSIBILE da trovare, per tutti quelli che non visitano direttamente il nostro sito.Problemi tecnici? Nuovi standard di Google? Sta di fatto che, adesso, le pagine di www.boysparma1977.it sono molto meno rintracciabili rispetto a quanto lo sono state fino al 19 settembre 2007.
Ufficialmente non abbiamo prove per affermare si tratti di censura, ma la coincidenza è estremamente sospetta.
Effettuando una ricerca su Google per i termini "melandri boys parma" (ricerca estremamente specifica!!!) la nostra pagina dell'articolo non risulta nei primi 400 risultati (abbiamo controllato proprio questa mattina alle ore 11). MOLTO "strano".
Effettuando una ricerca su Google, scrivendo esattamente il titolo dell'articolo (contenuto nel titolo della pagina) "giovanna melandri a nudo" (ricerca estremamente specifica!!!) la nostra pagina dell'articolo compare in 225a posizione. Viceversa, altre pagine (Parmadaily e Tifonet), che hanno (o avevano) pubblicato il nostro stesso articolo... sono, rispettivamente, in prima e seconda posizione.
Tutte coincidenze (estremamente sospette)?
Oppure... dopo aver comprato e occupato i media, e dopo averci tolto striscioni, megafoni e impianti audio, cercano di ridurci al silenzio anche sul web?

---------------------------------------------------------

porca vacca, ci pensate se tutte ste cosine accadessero con berlusconi premier? LL

8 Commenti:

Alle 20 ottobre 2007 15:29 , Blogger marshall ha detto...

Se non sbaglio, mi ricordano un pò i sistemi usati in Cina da Yahoo, di comune accordo con le autorità locali, perchè da loro obbligati.
(fonte "L'impero di Cindia" di Federico Rampini).
Per quanto riguarda l'eventuale trasformazione in legge, credo che i promotori si danneggeranno con le loro mani.
Il blog è anche una valvola di sfogo. Se essa verrà limitata o preclusa, lo sfogo si propagherà in altre impensabili direzioni.

Nel '75 (anno più, anno meno) i giovani di Cinisello Balsamo, istigati da un forte partito locale di sinistra, presero d'assalto la Villa Ghirlanda Cippelletti. Scavalcarono le alte mura periferiche e occuparono il parco, presidiandolo. Non valse più a nulla l'intervento dei promotori dell'occupazione, per far si che desistessero dall'occupazione. Il "fiume" era in piena. Dovette intervenire l'esercito. E ogni sera, per tutta quell'estate, dovemmo assistere all'arrivo di trenta (30) cammionette cariche di soldati a presidiare, fino a notte fonda, tutto il lungo perimetro murario. Quell'autunno, i proprietari e il Comune di Cinisello Balsamo firmarono l'atto di compravendita della Villa e di tutto il suo parco, molto bello.
Fu una transazioine commerciale e non un esproprio a costo zero, come credo fosse nelle intenzioni degli istigatori.

Credo che alla fine, questo disegno di legge non verrà trasformato in legge, perchè è totalmente privo di buon senso.

 
Alle 20 ottobre 2007 18:45 , Anonymous sarcastycon ha detto...

Ciao rumors
L'argomento è all'ordine del giorno su tutti i blog.
cmq io penso che il modo di uscirne ci sia:
traslocare su piattaforma straniera,blog assolutamente anonimo e dissimulatore di ip,se riesci a leggere il mio IP,te ne renderai conto,ma esistono anche altri sistemi. Il problema del motore di ricerca è più difficile ma,se abbandoniamo in molti google, può darsi che venendogli a mancare gli introiti pubblicitari,
venga a più miti consigli.....

Io cambiai piattaforma (avevo ilcannocchiale)perchè google, forse su richiesta de ilcannocchiale o cmq d'accordo con esso,faceva le statistiche sul mio blog su quante volte scrivevo una determinata parola.
In modo da poter poi controllare
tutti quelli scrivono in una certa maniera....specie politicamente parlando.

sarc.

Ciao Marshall
e grz di avermi indirizzato su questo blog
cmq non sarei così ottimista prove di mancato buon senso questo governo (governo si fa per dire)
nè ha date alla grande.

 
Alle 20 ottobre 2007 23:37 , Blogger marshall ha detto...

Sarcastycon,
grazie per quel consiglio che hai fornito anche a me.

Luca,
ti ho lasciato un commento al post su Al Gore.

 
Alle 21 ottobre 2007 10:24 , Anonymous ricki ha detto...

cazzo,scusate la parolaccia,ma questi politici controllanno giornali,televisioni e ci dicono quello che fa comodo a loro,adesso vogliono controllare anche i blog.mi sembra quasi violare la libertà di stampa e questo sulla rete non deve accadere.xchè non si fà una forma di protesta con tutti gli altri blog tipo geronimo e volpino cominciando a boicottare google? vedrete che anche il motore di ricerca + importante potrebbe abbassare la cresta vedendo la pubblicità calare. non è mia indole commentare sui blog di argomenti politici tant'è vero che quando ci sono loro in tv cambio canale x non sentire le solite solfe ,x non dire un'altra parolaccia,ma commentare i mercati. a proposito x rumors mi sa che lunedì sarà una giornata difficile, andremo a ritestare i minimi di agosto prossimamente?mi sa di sì, tu che ne pensi? ciao

 
Alle 22 ottobre 2007 14:15 , Anonymous LL ha detto...

il rischio riki per me è di bucarli e metterseli alle spalle come bei ricordi... comq viviamo alla giornata... finchè potremo aggiorneremo la situazione.

marshall ho visto il tuo post su al gore

sarcasticon grazie del tuo commento anche se ammetto di non averci capito un granchè comq se uno pratico mi dice che le scappatoie per aggirare sta legge ci sono me ne compiaccio tuttavia non è questo che vorrei... vorrei uno stato libero e non una dittatura da aggirare... comq staremo a vedere anche qui, attendo le modifiche in parlamento anche se non mi aspetto buone nuove nei fatti. ovvio a parole tutti oggi prendono le distanze da quella porcata ma ribadisco, nei fatti.... lo dico per esperienza, sapeste cosa promettevano per gli stadi...

 
Alle 3 novembre 2009 23:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

 
Alle 3 novembre 2009 23:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

 
Alle 3 novembre 2009 23:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

good start

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Questo sito web denominato "RUMORSRISPARMIO" e' un "blog", ovvero per definizione un diario online. Il sito non è curato e redatto a scopo di lucro, ma piuttosto per semplice passione per gli argomenti trattati. Non vi è alcuna altra motivazione aldilà di questa passione personale e non vi è alcun interesse economico collegato neppure in via indiretta. In questo sito si possono leggere riflessioni e valutazioni sul mondo della Borsa e della finanza che derivano sempre e comunque da conoscenze e percezioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Dunque assolutamente e costantemente soggette a possibili errori di interpretazione e valutazione. Pertanto, cio' che in questo sito si puo' leggere non puo' essere considerato e non intende peraltro in alcun modo rappresentare sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. Quello che qui e' possibile leggere e' da ritenersi per definizione e in ogni caso sempre inadatto ad essere utilizzato per reali strategie di investimento. Di conseguenza, si sconsiglia chiunque nel modo piu' assoluto e categorico di agire in questo senso. Si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge numero 62 del 7.03.2001.